Archivi tag: amore

imageContinuo a pensarti, sai?

Noncurante della strada più lunga, spero di incontrarti. La città è così piccola, le nostre case quasi si accarezzano, siamo protagonisti dello stesso quartiere… e non ci sfioriamo più, neanche attraverso i vetri dei finestrini, nemmeno da lontano facendo finta di non vederci. Neanche quando preferisco far la fila alle poste sotto casa tua.

Eppure, sai, sono felice.

Ogni giorno almeno uno dei miei diecimila pensieri è per te, almeno una canzone parla di te, ed una persona che incontro assomiglia sicuramente a te…

Eppure sono felice.

Mi manchi.

Eppure non perdo la speranza.

Non ho bisogno di te. Non ho uno spazio da riempire. Il mio cuore è già pieno, straborda di amore. Ma così tanto amore avrei voluto dividerlo con te.

2 commenti

Archiviato in Pensieri, Uncategorized

Oggi.

Oggi è uno di quei giorni in cui mi manchi.

La verità è che non sei mai mancato così tanto come in questo giorno.
Mai. Nemmeno il giorno dopo. Ancora meno la settimana dopo.
Oggi sì, oggi manchi. 
Sei sbagliato, completamente distruttivo, empaticamente assente, ma sei tutt’uno con i miei pensieri, oggi. E non so come mandarti via, oggi.
Vedere tua sorella forse? I vostri occhi, identici, il sorriso che vi accomuna, la forma del viso. Non è giusto, ma vederla mi fa male.
Vedere il posto in cui lavori? Non è giusto, ma è stata una necessità passare lì. Incontrarti, eventualità rara. Mi avrebbe distrutto, ma l’ho sperato, oggi.
Vedere le tue foto? Sono così poche, sfocate, confuse. Mi piace pensare che ti manco, mi convinco che il tuo sguardo non è lo stesso che avevi con me.
Cercare tue notizie? Quasi del tutto assenti.
Oggi vorrei inondarti di parole, intere pagine per farti capire cosa hai sbagliato, cos’è che ti fa soffrire, cosa non ti permette di essere felice, e cosa potresti cambiare, e non per noi, ma per te.
Ma non è giusto. Non lo farò.
 
Oggi manchi, e mi accontento di scriverlo qui. 
Tra una pagina e l’altra di un blog anonimo.

2 commenti

Archiviato in Uncategorized

image

Vederti è un’esigenza fisiologica.

Quando non ci sei la testa si lamenta, ed il corpo fa male.

È davvero così l’amore?

Io non me lo ricordavo, o forse non l’ho mai saputo.

1 Commento

gennaio 20, 2013 · 8:20 PM

Mente vs. Cuore

Da giorni mi interrogo sul potere della mente.

Ci mostra quel che essa ci vuol mostrare, ci confonde, ci dà false informazioni, cerca conferme alle nostre insicurezze, e non ci permette di vedere ciò che smonterebbe le nostre stupide e vecchie credenze.

Da giorni la mente combatte con il cuore.

Lui va per conto suo. Batte all’impazzata: se il telefono squilla, se il telefono non squilla, quando si avvicina l’ora di vedersi, quando è ancora lontana l’ora dell’incontro, quando non ci si vedrà proprio, quando si scrive un messaggino, quando si sogna, quando si pensa. Ed il pensiero è sempre uno. Sempre lui.

E sono giorni che mente e cuore si scontrano: perché la mente è pessimista, pensa che è stato tutto troppo bello per poter essere vero, e fa ogni cosa per rovinare le giornate al cuore, che invece vorrebbe continuare a volare alto, come mai aveva fatto, lui vuol continuare a sognare, fregandosene di orgoglio, malumori, nervosismo, della vita che continua a scorrere troppo veloce da non permettere di assaporare ogni dolce momento di questo amore.

Loro combattono. Ed io mi perdo i piccoli momenti di felicità, spaventata dai miei “se” e i miei “ma”, come se non meritassi di essere felice ed ubriaca di amore.

Lascia un commento

Archiviato in Pensieri

Ubriaca sì, ma di emozioni

imageE’possibile essere ubriachi di emozioni? Non emozioni tiepide, blande e che passano inosservate. Le emozioni violente, intense, quelle che gridano attraverso il cuore che pulsa a velocità costantemente aumentata, il vuoto nella stomaco, ed il pensiero sempre fisso sullo stesso volto, e la memoria che corre alla sera prima ricamando sempre su quelle stesse dolcissime parole. Ieri sera ho perso quel barlume di ragione di cui andavo fiera. Ieri sera mi sono lasciata guidare ed ho abbandonato ogni remora, ho buttato giù il muro che ho tenuto davanti a me per anni.

Sono felice. Mi sto innamorando.

Lascia un commento

dicembre 17, 2012 · 10:53 PM